Vai al contenuto

Iowa: i caucus danno il via alle primarie repubblicane USA 2024

Iowa-caucus-danno-il-via-alle-primarie-repubblicane-USA-2024-ilcosmopolitico

Test per Trump e per i suoi sfidanti (in primis DeSantis e Haley)

Questa sera 15 gennaio 2024 i caucus dell’Iowa, segnano l’inizio ufficiale delle primarie repubblicane Usa 2024.

Donald Trump e altri candidati presidenziali repubblicani hanno esortato i loro sostenitori a sfidare il clima gelido per votare nei caucus. Si prevedono -29°C a Des Moines, capitale dello stato.

Il 5 novembre 2024 l’America verrà chiamata a partecipare alle elezioni presidenziali per rieleggere il presidente uscente Joe Biden, o, in alternativa, il candidato repubblicano (Donald Trump, ex presidente, il presunto candidato) che uscirà vittorioso da queste primarie. Le questioni su cui si giocherà la partita sia nelle primarie e poi alle presidenziali sono molteplici: oltre alla politica estera che riguarda diversi teatri geopolitici (Ucraina, Israele, Mar Rosso, Taiwan…), ci sono tante questioni di politica interna: inflazione, economia, lavoro, sanità, aborto, istruzione, giustizia, ambiente, tasse, immigrazione, armi, diritti LGBTQ… su cui i candidati dovranno fornire la loro road map.

Media-dei-sondaggi-in-Iowa-per-i-principali-candidati- repubblicani-2024 Fonte:FiveThirtyEight -ilcosmopolitico
Media-dei-sondaggi-in-Iowa-per-i-principali-candidati- repubblicani-15-gennaio-2024 Fonte:FiveThirtyEight -ilcosmopolitico

Donald Trump, ex presidente, è il candidato favorito. Secondo l’ultima media di FiveThirtyEight  dei sondaggi statali in Iowa, l’ex presidente avrebbe il sostegno di oltre la metà (52,7%) dei probabili frequentatori dei caucus repubblicani. Uno dei motivi che spinge i repubblicani a sostenere Trump in questo piccolo stato è: il fatto che durante il suo mandato non ha scatenato alcuna guerra. Mentre l’ex governatrice della Caroline del Sud Nikki Haley, con il 18,7%, è al secondo posto, e il governatore della Florida Ron DeSantis si colloca al terzo posto con il 15,8%. Scarna la percentuale di appena il 6% dell’imprenditore biotecnologico Vivek Ramaswamy.

L’Iowa nel passato ha dato non poche sorprese. Dunque potrebbe disattendere i sondaggi. In ogni modo questo piccolo stato sarà un primo test per Trump e per i sondaggisti. Se Trump avrà un risultato maggiore di quanto previsto, urlerà in tutte le direzioni di essere il presunto candidato.

Il governatore della Florida DeSantis, che ha investito un sacco di denaro nelle sue tappe (ha coperto tutte le 99 contee), e che trova l’appoggio di elettori cristiani evangelici socialmente conservatori, deve necessariamente posizionarsi al secondo posto, altrimenti non è escluso che possa ritirarsi prima che arrivi al New Hampshire, dove i repubblicani sono più liberali e indipendenti. La sua acerrima rivale sembra essere Haley, che in Iowa, ha guadagnato gradualmente consensi nei sondaggi e sembra tallonare Trump nel New Hampshire. Se dovesse sconfiggere DeSantis in Iowa, Haley diventerà la sfidante repubblicana di Trump per la nomination del partito.

Come funzionano i caucus dell’Iowa

I partiti, e non il governo statale, gestiscono i caucus, che hanno un’atmosfera diversa dalla maggior parte delle altre votazioni.

Cosa succede durante un caucus?

Una volta che gli elettori repubblicani partecipanti arrivano al distretto del caucus, devono registrarsi e gli operatori presenti verificheranno che abbiano i requisiti per partecipare. (Solo i repubblicani registrati possono partecipare ai caucus del G.O.P., ma le regole del partito consentono agli elettori non registrati, ai democratici e agli indipendenti di registrarsi o di cambiare la propria affiliazione partitica sul luogo del caucus).

Poi, i partecipanti al caucus eleggeranno un presidente e un segretario che presiederanno l’evento. I sostenitori di ciascun candidato parleranno al caucus, spiegando ai loro pari perché dovrebbero sostenere i loro candidati preferiti.

Dopo che tutti hanno espresso il loro voto segreto, i lavoratori di ogni distretto del caucus lo conteranno e riferiranno il totale per ogni candidato al partito statale. I risultati sono generalmente disponibili entro poche ore.

Anche i Democratici dell’Iowa terranno i caucus lunedì, ma eleggeranno i delegati di contea e condurranno altre attività di partito piuttosto che votare per un candidato alla presidenza. La competizione per la nomina presidenziale si svolgerà invece per posta. I democratici possono richiedere una scheda elettorale online fino al 19 febbraio e il termine ultimo per rispedirla è il 5 marzo. I risultati saranno poi tabulati.

Quando inizieranno i caucus?

L’attività della serata inizia ufficialmente alle 19.00. In molte località le porte dei distretti dei caucus si apriranno anche due ore prima. Chiunque voglia partecipare è invitato ad arrivare in anticipo per assicurarsi di essere registrato prima che inizi il caucus.

Dove si svolgono i caucus?

Quest’anno ci sono più di 1.657 sedi per partecipare ai caucus.

I repubblicani che non possono partecipare di persona al caucus di lunedì non potranno partecipare perché il partito non offre la possibilità di partecipare al caucus a distanza o per posta.

Chi può partecipare al caucus?

I cittadini dello Iowa che compiono 18 anni prima delle elezioni di novembre possono partecipare al caucus del proprio partito. Ciò significa che possono partecipare anche i diciassettenni che sono nati prima del 5 novembre.

I partecipanti ai caucus devono ricordarsi di portare con sé un documento d’identità, quando si presentano ai loro distretti di caucus.

Chi spera di registrarsi per la prima volta o di cambiare partito deve anche portare con sé documenti, come buste paga o bollette, che dimostrino che vive in Iowa. Chi non è sicuro di essere già registrato per il voto può verificare visitando il sito web del Segretario di Stato dell’Iowa.

Visits: 211

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *